Derattizzazione da Mus Musculus

Affidati a professionisti esperti per la lotta contro il Topolino domestico (Mus musculus)

Descrizione infestante

Derattizzazione contro Mus musculus (Topolino domestico)

Note generali sul Mus musculus (Topolino domestico)

Identificazione

Classe: Mammalia

Ordine: Rodentia

Famiglia: Muridae

Specie: Mus musculus domesticus Linnaeus, 1758

Mus Musculus

Il corpo raggiunge la lunghezza di 7-11 cm e la coda di 6-10 cm. Il peso è di 12-25 grammi. Ha una mantello di color grigio-bruno tendenzialmente più scuro sul dorso e più chiaro ventralmente. Snello, ha muso a punta e orecchie glabre ben sviluppate lunghe 10-15 mm. Gli escrementi sono affusolati e lunghi 3-7 mm.

Biologia

Mammifero sinantropo, vive in contatto con l’uomo ovunque trovi le condizioni ambientali e trofiche adatte. Infesta le aree urbane e suburbane in abitazioni, strutture del settore alimentare, magazzini, rimesse, scuole, etc. Si riscontrano colonie selvatiche anche negli ambienti rurali.

M. musculus predilige la vita notturna ma rimane comunque attivo anche durante le ore diurne. Gregario può formare colonie notevoli. Si sposta velocemente, ed è in grado di saltare, arrampicarsi e insinuare in fessure e buchi di pochi millimetri.

Costituisce i nidi in luoghi riparati sfruttando cavità riparate in muri, intercapedini, sottotetti, cantine, etc, rivestendoli con stracci, erba, segatura, carta rosicchiata.

Neofilo, il raggio di azione varia in relazione alla disponibilità di cibo. Mediamente si aggira intorno ai 10 metri, ma può effettuare spostamenti fino a 500 m.

M. musculus ha una vita media di circa 1 anno. Raggiunge la maturità sessuale in 60 giorni dalla nascita e si riproduce in maniera continua durante tutto l’anno. La gestazione dura in media 20 giorni e le nidiate sono composte generalmente da 5 piccoli (a volte anche 13!).

Danni

I problemi creati da questo roditore sono molteplici. Il pericolo più importante risulta la contaminazione dei cibi con peli, urina ed escrementi con i quali può veicolare un gran numero di malattie anche mortali per l’uomo quali, leptospirosi, salmonellosi, tifo, etc. Inoltre può veicolare altri artropodi ectoparassiti (pulci, zecche, pidocchi e acari) vettori di altre malattie. Gli alimenti contaminati risultano assolutamente inservibili.

Nei magazzini distrugge un gran numero di materiali, rosicchiando confezioni, coibentazioni, imballi, cavi elettrici, etc. Causa grandi danni anche negli archivi e biblioteche, rosicchiando libri, carte e pergamene.

Come intervenire

Come combattere il Mus musculus

Prevenzione e controllo del Mus Musculus (Topolino domestico)

La prevenzione ed il controllo del mus musculus si articola in almeno tre punti:

  • Interventi strutturali agli edifici
  • Corretta igiene dei luoghi
  • Uso di sostanze ratticide
  • Trappole meccaniche e collanti

Per quanto riguarda le prime due misure, la MD Disinfestazioni offrirà tutto l’assistenza necessaria perché siano realizzate le opere idonee ad impedire l’ingresso dei topi nelle zone da proteggere e per mantenere condizioni igienico-sanitarie ottimali.

Tuttavia, quando esiste già una infestazione, è necessaria l’eliminazione o, almeno la riduzione della popolazione di topi.

Il controllo del Topolino domestico differisce in modo significativo da quello dei Ratti. I topolini, infatti,  sono di più piccole dimensioni e quindi possono insinuarsi in fessure molto strette per cui la prevenzione risulta molto più difficile. Hanno aree limitate di movimento e scarso bisogno di acqua. Hanno una capacità riproduttiva superiore a quella dei ratti e sono solitamente meno sensibili a molti rodenticidi.

Non prendere in considerazione questi aspetti può vanificare ogni campagna di derattizzazione contro il Mus musculus.

Uso di esche ratticide

La MD Disinfestazioni, non essendo produttrice dei formulati che utilizza, si avvale della migliore produzione nazionale ed anche estera di esche ratticide, per assicurare al cliente la migliore efficacia dei propri servizi.

Tali esche sono protette in appositi contenitori (erogatori di esca o dispensers) per evitare che possano essere ingerite da bambini o animali domestici o, ancora, da altri animali non target, non oggetto della derattizzazione. Anche se questo dovesse accadere, poichè le esche sono calcolate in rapporto al sangue contenuto nell’organismo degli animali da sopprimere, occorrerebbe che una persona ingerisse forti quantità di ratticida perché risultassero letali. Tuttavia, i contenitori, oltretutto imposti dalle recenti normative, hanno lo scopo di evitare qualsiasi contatto con le persone e gli animali domestici.

Erogatore di esche

Gli operatori della MD Disinfestazioni, periodicamente controlleranno l’evolversi dell’infestazione attraverso i consumi di esche ed il rilevamento di altre tracce, quali peli o deiezioni, sì da apportare eventualmente tutte le modifiche necessarie perchè la campagna antimurina produca risultati ottimali.

Le esche ratticide sono disponibili anche in pellets e pellets paraffinato perché risultino resistenti all’acqua.

Trappole meccaniche, collanti ed “esche virtuali”

In alcuni casi, potrà essere necessario fare ricorso a trappole meccaniche o collanti per evitare la presenza nell’ambiente di qualsiasi tipo di veleno (mense, centri di cottura, industrie alimentari, etc.).

In questi ambienti il monitoraggio potrà avvenire, oltre che con trappole meccaniche e collanti, anche con l’uso di “esche virtuali“, ovvero esche che non contengono veleno e che servono solo per accertarsi dell’eventuale presenza di roditori.

La MD Disinfestazioni è costantemente impegnata nella ricerca di sempre più nuove e valide soluzioni per essere al fianco dei clienti alle prese con la lotta contro il Mus musculus.

Ultrasuoni

I topolini domestici hanno un udito acuto e posso agevolmente rilevare i rumori. Essi possono essere spaventati da dispositivi che producono rumori, come gli ultrasuoni, ma ben presto si abituano ad essi. In commercio vi sono molti dispositivi che producono suoni ad alta frequenza ma quasi nessuna ricerca esiste sui loro effetti, in particolare sul Mus musculus. Questi dispositivi devono essere considerati con grande scetticismo, perché nessuna ricerca ne dimostra l’efficacia.

Repellenti

In commercio vi sono anche repellenti pubblicizzati per essere efficaci nel tenere lontani il Mus musculus. Tuttavia l’efficacia di tali prodotti non è affatto dimostrata.

Inoltre, non vi sono specifici repellenti regolarmente registrati per il controllo del Topolino domestico.

Consigli utili

Consigli utili

I topolini domestici si adattano molto di più a vivere con la gente che non i ratti. Essi richiedono poco spazio e solo piccole quantità di cibo. Negli uffici, possono vivere dietro armadi o mobili e nutrirsi di avanzi o di briciole di pranzi e spuntini, come biscotti o barrette di cioccolato tenute nei cassetti o negli armadi. Nelle case, possono trovare cibo abbondante nelle cucine e nel garage, mangiando cibo conservato nei mobili, alimenti riversati dagli animali domestici o insetti come gli scarafaggi. Per questa ragione, una pulizia costante degli ambienti non è da sola sufficiente a scongiurare il pericolo dei topi  e c’è, pertanto, bisogno di interventi di derattizzazione.

Tuttavia, alcuni accorgimenti serviranno a ridurre il rischio di infestazioni e a dare maggiore efficacia alla campagna di derattizzazione. Tra queste:

  • corretta igiene, che comprende le buone pratiche di pulizia e la corretta conservazione e manipolazione dei materiali alimentari, mangimi, spazzatura. Questo sarà di aiuto nel controllo, consentendo una facile individuazione dei topi, aumentando l’efficacia delle trappole e delle esche e riducendo la presenza di prodotti alimentari alternative alle esche ratticide.
  • Ove possibile, tenere gli alimenti sfusi in contenitori o camere a prova di roditori.
  • Stoccare gli alimenti nei sacchi o in scatola in file ordinate su pallet in modo da permettere un controllo approfondito della eventuale presenza di topi.
  • Nelle aree di stoccaggio, tenere i materiali stoccati lontano dalle pareti. A 30 cm. una fascia bianca dipinta sul pavimento accanto al muro servirebbe a ricordare di mantenere gli elementi a distanza dalle pareti. Questo permetterà di rilevare gli escrementi dei roditori o altro segno più facilmente. Pavimenti spazzati frequentemente permetteranno di rilevare l’eventuale presenza di escrementi freschi. Nella conservazione di alimenti o mangimi su pallet, tenere a mente che i topi possono saltare più di 30 centimetri da una superficie piana. Essi sono anche buoni scalatori e possono camminare su superfici come il legno o cemento (a meno che le superfici non abbiano una finitura liscia). I topi possono vivere per lunghi periodi di tempo all’interno di un pallet di mangime, senza scendere a terra.
  • Rimozione regolare di detriti e controllo delle erbe infestanti da ogni zona ridurrà la possibilità di rifugioper i roditori. In ogni caso, mantenere il perimetro di edifici e altre strutture pulite da erbacce e detriti (tra cui legname accatastati, legna da ardere, e altri materiali conservati) per scoraggiare le attività dei roditori e per facilitare l’individuazione delle tracce di roditori.

Quanto costa?

Quanto costa la derattizzazione contro Mus musculus?

Spesso si ha timore di chiamare un’azienda di disinfestazione perché si teme che i costi siano elevati e non sostenibili.  Si tratta di una convinzione errata, dal momento che la spesa per un intervento è assolutamente accessibile ad ogni famiglia o azienda. Un sopralluogo gratuito ci permetterà di stabilire un prezzo che siamo certi potrà essere tranquillamente affrontato.

zero tempo
di attesa

prezzo
bloccato

intervento
garantito

sopralluoghi ed interventi
immediati

il preventivo fatto dal
tecnico non subirà
variazioni per alcun motivo

al termine di ogni
trattamento sarà rilasciata
una garanzia di assistenza
da 3 a 12 mesi